giovedì 8 febbraio 2018

Storie con morale sulla solitudine: soli

Quel posto è mio, scusi, c’ero prima io!
E allora? Ho fretta, non ho tempo da perdere con le stronzate.
Tu guarda questo… Dariuccio, scendi subito dall’auto e dai una lezione al prepotente…
Ma tanto è solo un programma, mica è vero…
Anche le umiliazioni virtuali fanno male, credimi. A meno che tu non le gradisca, ma tengo immediatamente a ribadire che le fruste e le manette non sono di mio gusto.
E se poi le prendo? A suo tempo ho impostato il mio mondo personale sulla modalità con esito imprevedibile…
Meglio una possibile sconfitta, che una certa, dice il detto.
Quale detto?
Dariuccio, sveglia, il tizio se ne sta andando…
Ehi, senta un po’? Lei non può fare come le pare…

Leggi il resto

Nessun commento:

Posta un commento