Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2018

Storie con morale sulla diversità

Tutto procedeva placidamente finché qualcosa si presentò a disturbare il disegno ormai noto.
Un’altra lampadina.
Una lampadina straniera.
Quest’ultima, non appena fu avvistata da tutte le altre, si guadagnò all’istante ogni attenzione.
Inevitabile, ma non per il motivo che credete e che pensavano le lampadine stesse.
Accade sovente, assecondatemi anche su questo.
Le reazioni delle lampadine furono variopinte e diversificate, ma coerenti e complementari in un unico coro di sdegno e rifiuto.
Perché, a loro avviso, la lampadina straniera rubava il posto alle altre e perché sembrava credere in qualcosa di diverso da loro, perché pareva non rispettare le loro leggi e perché non faceva quel che loro facevano, perché faceva cose che loro non immaginavano e perché sembrava simile a loro e questo era l’inganno...

Dal libro Spiegare ai bambini con le storie: Racconti per rendere semplici i grandi temi della vita moderna

Storie per riflettere sul web

Con lui, apparvero altri segmenti.
Altri punti.
E altri segmenti.
Fino a non riuscire più a contarli.
Una rete?
Una ragnatela?
Come ci ha insegnato Antoine de Saint-Exupéry, la libertà dei disegni è di chi li realizza, quanto di chi li osserva e con essi immagina.
Se poi quella rete siamo noi.
Be’, chi meglio di tutti noi potrà decidere quale forma avrà la rete, domani e ogni giorno che verrà?

Dal libro Spiegare ai bambini con le storie: Racconti per rendere semplici i grandi temi della vita moderna

Storie con morale su internet

C’era una volta un punto.
Sì, un punto, non importa quanto grande.
Ciò che conta è che il punto era solo.
Un piccolo o grande punto nel mezzo di una pagina vuota.
Di che colore era?
Non ve lo dico, per non rischiare che si dica che i punti di colore diverso siano, come dire, stranieri.
Un giorno come tanti altri, tutti uguali, un altro punto apparve accanto al primo.
Un punto identico.
Perfettamente tale, in grandezza, forma e anche colore, va’, così evitiamo fantomatiche difficoltà di integrazione.
Ora, lo sanno tutti, un punto da solo serve a poco, oltre a terminare qualcosa, giammai a iniziare...

Dal libro Spiegare ai bambini con le storie: Racconti per rendere semplici i grandi temi della vita moderna

Storie per riflettere sulle armi nucleari

La vita è un editor di crudeltà inaudita e impone impietosa revisione a ogni nostra poetica interpretazione del mondo.
Ecco perché c’è bisogno di mano grande e ferma.
Che abbia conosciuto la leggerezza di una nascita fortunata, ma che abbia altresì mostrato una netta tempra per farsi ferro innanzi al marrano di turno.
Ecco perché servono occhi freddi e dalla veduta ampia.
Che sappiano riconoscere le opportunità nei teneri virgulti, ma che non abbiano alcuna esitazione, laddove occorra sradicarli dal terreno per proteggere i prescelti.
Ecco perché non possiamo permettere una democrazia dell’atomo...

Leggi il resto

Storie con morale su Ikea

I nostri valori e la nostra cultura vengono prima di tutto, chiosa con enfasi.
Magari al riparo di una rassicurante tastiera e al comodo di una poltroncina di Ikea.
Come il tavolo in cucina, i comodini in camera da letto e tutte le nuove mensoline che sono tanto carine per metterci su le graziose cosine.
Giammai dei libri, non sia mai.
Ikea è peraltro svedese, osserva lui, nordica, ariana e bionda come noi, a noi… eccetera.
Ma hanno mentito, gli si fa notare, le polpette che hanno venduto fino a oggi come piatto tipico sono turche…

Leggi il resto

Storie per riflettere sul turismo e gli animali

Non ci nascondiamo dietro un artiglio, in questa sede e occasione, e vi confessiamo che iniziamo ad avere seri dubbi in proposito.
Non ne abbiamo ancora fatta pubblica rivendicazione, poiché non sarebbe altro che un clamoroso assist a quei complottisti dei criceti, tra i più ferventi sostenitori delle origini aliene del sadico bipede dagli occhi cattivi.
Esatto, vi chiamano così, ma cercate di capirli. Dopo generazioni intere in quelle maledette gabbiette a correre sulla ruota il risentimento cresce a ogni giro di quest’ultima.

Leggi il resto